HOME  -  CHI SONO  -  STORIE DI SUCCESSO  -  RISORSE GRATUITE  -  IL LIBRO  -  VIDEO  -  CONTATTI
COME GESTIRE IL CONFLITTO DI INTERESSI CON L’ ACQUIRENTE E VENDERE CASA TUA ALLE MIGLIORI CONDIZIONI?
Se vuoi riuscire ad incassare il più possibile dalla vendita di casa tua, presta attenzione a quello che sto per rivelarti...

Se continui ad abitare nell’ immobile che hai già messo in vendita, devi fare molta attenzione a non diventare una presenza indiscreta che fa scappare i possibili acquirenti.

Ecco quindi i tre maggiori errori per cui i proprietari di casa non riescono a chiudere la vendita del loro immobile, anche se hanno per le mani un acquirente realmente interessato! 

Tu vuoi vendere casa tua al massimo prezzo di mercato? 

Ecco allora quello a cui devi fare attenzione.

Non ti parlerò di quello che è giusto o sbagliato, ma di quello che è utile ed occorre fare se davvero vuoi vendere casa al miglior prezzo di mercato.
1) Magari al tuo acquirente “perfetto” non piacciono gli animali.

Siamo tutti d’ accordo nel dire che alla stragrande maggioranza delle persone piacciono gli animali domestici, (io stesso ho 2 gatti e un cane) ma non possiamo mai sapere con sicurezza cosa pensa un potenziale acquirente che viene a vedere casa tua.

Teniamo sempre in mente qual è il nostro obiettivo quando vogliamo vendere casa: VENDERE AL MASSIMO PREZZO DI MERCATO, VELOCEMENTE.

Vedi, se ci pensi anche solo un attimo, sarai d' accordo con me nel dire che le persone sono diverse tra loro.

Infatti esistono acquirenti di tutti i tipi e non a tutti può far piacere trovare il cane sul divano di casa. 

Questo non perchè sia un male farcelo stare, ma semplicemente perchè alcuni acquirenti magari hanno paura degli animali, altri soffrono semplicemente di allergie, altri ancora sono super fissati con l’igiene e non vedono di buon occhio che un animale stia sul divano.

Devi fare attenzione a queste cose, perchè l’ acquirente perfetto per casa tua, pronto a sganciare il malloppo, potrebbe essere nascosto tra queste persone e l’ unica cosa che ci interessa, è che PAGHI, giusto?

Ecco un consiglio fondamentale:

Durante la visita a casa tua del potenziale acquirente, evita per quanto possibile di far restare in casa il cane. 

Si, lo so che sembra un consiglio banale e scontato, ma fidati, non lo è affatto!

Questo semplicissimo accorgimento ti risparmierà una falsa partenza ed escluderà fin da subito eventuali discussioni con il tuo acquirente.

Infatti, che cosa accadrebbe se a questa persona scappasse un commento negativo sul tuo amico peloso? 

Se vuoi fare il miglior affare possibile, cerca di limitare i “possibili punti di attrito” che potresti avere con l’ acquirente. Sei li per vendere la casa, giusto?

2) Parlare con l’ acquirente ed esaltare le caratteristiche di casa tua, equivale a suicidarti
Non sto scherzando, ed adesso te lo spiego.

Sai che cosa intende l' acquirente se tu elogi continuamente la casa? 

Pensa questo: "Se cerca continuamente di "vendermi la casa", vuol dire che ha bisogno di vendere, quindi posso fargli un' offerta bassa"

E' logico no?

La miglior cosa in assoluto che puoi fare durante la visita al tuo immobile, soprattutto se hai affidato la vendita di casa tua ad un agente immobiliare, è lasciare l’ intero processo di vendita nelle sue mani.

Ancora meglio, sarebbe proprio non essere presente, magari facendo fare quattro passi al cagnolino.
 
So che può sembrarti strano, ma riflettiamo un attimo insieme: hai delegato apposta ad un professionista tutta la vendita di casa tua, compresa la fase delle visite. 

Non pensi che quest’ ultimo deve sentirsi libero di lavorare al meglio delle sue possibilità, per riuscire a convincere l' acquirente a fare la migliore offerta possibile?

Se proprio non puoi fare a meno di essere presente, il consiglio che ti do è quello di evitare in tutti i modi di metterti a parlare con l’ acquirente e soprattutto di non elogiare mai e poi mai le caratteristiche di casa tua.

Infatti, se lo farai darai l’ impressione di aver bisogno di vendere, e l’ acquirente prenderà la palla al balzo per farti offerte al ribasso.

Soprattutto c’ è un fattore che assolutamente non deve entrare a far parte della conversazione con l' acquirente: il prezzo.

Per l’ amor di Dio, non metterti mai e poi mai a ragionare di cifre durante la visita.

Quando l’ acquirente ti farà la stramaledettissima domanda: “ma il prezzo è trattabile?”, devi sforzarti di mantenere la calma e rispondere sempre nello stesso modo, ovvero indicando il tuo agente di fiducia che hai scelto apposta per questo motivo, e che è l’unico preparato per affrontare la questione SENZA farsi tirare in ballo dalle emozioni.

Infatti, non essendo direttamente coinvolto nella vendita, sarà il tuo più prezioso alleato per riuscire ad incassare il massimo, e a non entrare in confitto con il compratore.

Se ti metti a rispondere all’ acquirente scavalcando il tuo agente immobiliare, purtroppo devo dirti che ti stai facendo del male da solo.

So benissimo che quando hai un acquirente in casa, la voglia di vendergliela è tanta.

Proprio per questo se vuoi essere sicuro di mandare all’ aria la trattativa, ti basta rubare la parola al tuo agente immobiliare. 

Ricorda che la regola numero uno nelle trattative in generale è quella di non intralciare in nessun modo e per nessun motivo il tuo professionista di fiducia.

Ti faccio un esempio. Quando Moratti ha venduto l’ Inter, mica si è messo a fare lui la trattativa. Aveva la sua schiera di avvocati che portavano avanti le sue ragioni. Mi segui?

Quindi, lascia fare la trattativa al tuo agente immobiliare, lo paghi apposta!

Lo so che può sembrare che si dimentichi o non faccia notare determinate cose, ma fidati, se lo fa è perchè ha una strategia o perchè non sono cose non davvero importanti (l’ acquirente lo vede da solo se le finestre hanno il doppiovetro, non c’ è bisogno che glielo dica)

E soprattutto, non offenderti se il tuo agente non ti interpella mai o cerca di fare il suo lavoro meglio che può nonostante la tua presenza. Avrai modo di confrontarti con lui quando rimarrete soli.

Infatti se ti dimostrerai diviso rispetto al tuo agente immobiliare, più che indebolire il tuo agente, alla fine danneggerai te stesso rischiando di perdere un possibile acquirente.

Inoltre non dimenticare che la maggior parte degli acquirenti cercano sempre di scavalcare l’agente immobiliare per un semplice fatto: sanno benissimo che in genere il proprietario di casa non è un "venditore", e quindi sperano di poter strappare il prezzo più basso possibile riuscendo in qualche modo a scavalcare l’ agente, magari addirittura mettendolo contro di te.

La cosa migliore è quindi sempre evitare di essere presenti alle visite e cogliere l’occasione per portar fuori il tuo amico a quattro zampe.

Quest’ ultima questione ci porta all’ ultima cosa che devi assolutamente non fare: 

Se farai troppe domande all’ acquirente, lui al 99% non comprerà casa tua.
Infatti, quando una persona viene a vedere casa tua, deve sentirsi il più possibile a suo agio e non sentire nessun tipo di stress addosso.

L’ acquirente durante la visita ha bisogno di capire se la casa che sta visitando può diventare casa sua!

Quello è il suo momento. D’altra parte sta per mettersi sulla schiena 30 anni di mutuo, decisamente un passo importante da fare, non trovi? 

Quindi quello del sopralluogo dev’e essere un bel momento per lui in cui sentirsi pienamente a suo agio.

Riempirlo di domande e magari rispondergli in modo contrario alla sua sensibilità non farebbe altro che dare origine a inutili tensioni che porterebbero nella migliore delle ipotesi a complicare inutilmente il lavoro del tuo agente, e nella peggiore a rovinare tutto e far saltare la trattativa. 

E tu non vuoi che questo accada, vero?

Come vedi, anche lo svolgimento delle visite con gli acquirenti ha una sua precisa logica.

Niente può essere lasciato al caso se vuoi davvero fare la miglior vendita possibile!

So perfettamente che non è facile fare tutto questo, e probabilmente hai capito che qualche errore lo hai commesso anche tu in passato. 

Tranquillo, non è colpa tua, perchè nessuno ti ha mai detto queste cose prima di adesso.

Il problema grave è un altro...

E' che più tempo passa, e più vendere casa tua diventa complicato, perchè dopo che gli acquirenti l’ hanno vista non torneranno più, e la casa diventerà un ago nel pagliaio...

Ecco perchè ti serve un metodo sicuro e collaudato per riuscire a vendere sul serio il tuo immobile, senza perdere più tempo in visite con curiosi, o rischiare di dover svendere casa perchè non riesci a venderla.

Vuoi sapere come vendere casa entro 3 mesi, incassando dal 95% al 100% del prezzo richiesto?
Allora guarda subito questo video gratuito.



Vendere casa facile di Bernardelli Davide - Via Casetta 24, Luciana- 56043 - Pisa- P.IVA 02136040504 
Vendere Casa Facile® è un Marchio registrato
Tutti i Diritti sono riservati. E' vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale.